La corruzione

Non passa giorno in cui non vi sia notizia di vertici politici e amministrativi invischiati in questioni di corruzione. La lista è infinita e non sono bastati scandali e arresti per rallentare anche solo minimamente il trend che colpisce tutte le sponde politiche.

Possibile che sia così forte la tentazione della corruzione da far capitolare anche il più probo degli uomini? Oppure è chi è già tarato in partenza a raggiungere quelle posizioni perché prono alla corruzione? O è il sistema strutturato così com’è che alimenta se stesso portando in tali posizioni solo il corruttibile?

Attenzione, non ho usato volutamente l’espressione scendere a compromessi perché negli anni la parola compromesso ha subito un deterioramento del suo significato più alto e perché son conscio che la politica ha, come scopo, trovare un compromesso tra tante componenti.

La corruzione è il male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.