Carni ed altre cose tossiche

La IARC, Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, ha aggiornato le liste dei fattori di rischio. Di queste liste ho scritto in un articolo qualche tempo fa, riguardante un altro allarme.

La IARC suddivide questi fattori in cinque gruppi. I due in questione in questo momento sono, in ordine di pericolosità dal punto di vista della probabilità di un fattore di essere cancerogeno, i primi due della lista. Questi sono il Gruppo 1 in cui è stata inserita le carne processata (processed meat) e il Gruppo 2A in cui è stata inserita la carne rossa (red meat). La monografia con la ricerca effettuta è scaricabile in PDF.

Gruppo 1

È il gruppo denominato Cancerogeno per gli umani e comprende le sostanze che provocano il cancro. In questo gruppo ci sono, oltre alla nuova entrata carne processata, il benzene, la formaldeide, l’asbesto (amianto), varie sostanze radioattive, gli scarichi dei diesel, il tabacco e lo stare al sole.

Gruppo 2A

È il gruppo denominato Probabilmente cancerogeno per gli umani e comprende le sostanze che concorrono probabilmente alle insorgenze dei tumori. Oltre alla carne rossa troviamo in questo gruppo anche le emissioni da frittura ad alte temperature, le esalazioni da bitumi, varie sostanze chimiche, il mate caldo e turni di lavoro che conivolgano lo sconvolgimento dei ritmi circadiani.

Se volete sbizzarrirvi a leggere tutti i fattori di rischio con l’indicazione dei gruppi, c’è un bel file in formato excel.

Detto questo, la discriminante è la quantità che il corpo assorbe di questi fattori. Il troppo è male in tutte le cose. D’altronde, se uno esagera con la carne rossa aumenterà il rischio di contrarre il cancro ma probabilmente contrarrà qualche altro malessere prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.